Istruzione: l’Italia tra le ultime in Europa per investimenti e numero di laureati

Istruzione: l’Italia agli ultimissimi posti in Europa. La rilevazione Istat “Noi Italia” parla chiaro e fornisce uno specchio del Bel Paese non molto confortante per quanto riguarda numero di laureati e investimenti in istruzione.

A livello europeo l’incidenza della spesa pubblica in istruzione sul Pil nel 2015 (4,9% sul PIL) è superiore rispetto a quella registrata in Italia (solo il 4%). La Danimarca mostra la spesa più elevata (7% del Pil), mentre il nostro Paese si colloca al terzultimo posto insieme alla Bulgaria.

 

Europa spesa pubblica in istruzione
Europa spesa pubblica in istruzione

L’Italia risulta quart’ultima nella graduatoria dei 25-64enni con livello di istruzione non elevato (con una incidenza di adulti poco istruiti quasi doppia rispetto alla media Ue) e quintultima in quella dei giovani che hanno abbandonato precocemente gli studi (13,8% contro una media Ue del 10,7%).

Per quanto riguarda i 30-34enni con titolo di studio universitario, diciotto paesi dell’Ue hanno già raggiunto il target europeo del 40% fissato nella Strategia Europa 2020;  l’Italia, per quanto in miglioramento, ricopre la penultima posizione con il 26,2%, seguita solo dalla Romania. In pratica solo un italiano su quattro in età 30-34 anni risulta laureato.

 

Numero laureati in Europa
Numero laureati in Europa
Condividi:
Follow by Email
Facebook
Twitter
Google+
https://WWW.GOTREND.IT/economie/istruzione-italia-in-fondo-in-europa/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti è piaciuto il post? Condividilo sui tuoi social!