Un nuovo grande business: l’algoritmo che “incolla” i bambini a YouTube.

Algoritmo YouTube: l’App YouTube Kids

I bambini, fin dalla tenera età ormai snobbano la tv e preferiscono YouTube. È un fenomeno in atto da qualche anno che sta inesorabilmente cambiando le abitudini di vita e di consumo di grandi e piccini. Quelli per bambini sono i video su YouTube in assoluto più visti al mondo, e dietro a ciò in molti hanno fiutato l’affare.

I nativi digitali già dai tre anni in poi hanno molta dimestichezza con i vari dispositivi tablet, smartphone, smart-tv che molto spesso utilizzano per accedere proprio a YouTube e vedere i loro programmini preferiti quando e come vogliono. Quindi cosa meglio di YouTube Kids per andare incontro (e guadagnarci) ai desiderata dei baby spettatori? Youtube Kids è infatti una App in cui vengono caricate ore e ore di filmati per bambini, e attraverso un algoritmo che tiene conto di tutto quello che man mano viene visto, vengono personalizzati e suggeriti ancora altri contenuti simili.

Con questo effetto catena si invoglia quindi il piccolo utente a guardare e riguardare continuamente tutto ciò che appare e quindi fare continuamente clic. Una volta catturata l’attenzione con accattivanti contenuti il gioco è fatto, ed ecco che sono spuntati quindi nei palinsesti non solo cartoni animati e video canzoncine, ma anche format e filmati amatoriali che raccontano la vita quotidiana o che spiegano il funzionamento di giochi e giocattoli.

Algoritmo YouTube: il business

Visto il grande il successo che sta avendo questo nuovo (grande) piccolo mondo, si cerca di fidelizzare sempre di più questo target di piccoli spettatori che, essendo spesso decisori di acquisto, a quanto pare garantiscono parecchi introiti. Non sono infatti solo le pubblicità che vengono mandate prima, dopo e durante i video, ma molte volte sono proprio i giocattoli stessi oggetto dei filmati di YouTube ad essere una auto pubblicità. I bambini infatti impazziscono nel vedere spacchettare ovetti con sorprese di giocattolini dentro, bamboline che cambiano vestiti, macchinine e costruzioni varie, per cui questi video che vengono visti e rivisti spopolano.

Con buona pace dei genitori quindi, possiamo dire che questi piccoli spettatori non fanno che rimanere inconsapevolmente ipnotizzati da ore e ore di martellante anche se piacevole pubblicità. Si fregherà sicuramente le mani chi in tutto ciò ha trovato un business redditizio, ma quanto bene faccia ai bambini un’esposizione prolungata a questi video che inducono ad un consumo compulsivo è ancora cosa che pone molti dubbi.

Forse meglio spingerli a leggere libri? Il più venduto nel 2017 su Amazon, in fondo era proprio un libro per bambini. Eccolo Qui!

Algoritmo youtube: come funziona

L’Internazionale ci spiega meglio come funziona l’algoritmo qui.

 

 

Condividi:
Follow by Email
Facebook
Twitter
Google+
https://WWW.GOTREND.IT/life-style/algoritmo-youtube-per-bambini/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti è piaciuto il post? Condividilo sui tuoi social!